Bitcoin (BTC) le riserve valutarie sono in continuo calo poiché gli analisti evidenziano la tendenza alla carenza di venditori. Dal crollo di marzo, le riserve sugli scambi sono rapidamente scese da 2.950.000 BTC a 2.700.000 BTC.

In soli sette mesi, un calo di 250.000 BTC nelle riserve valutarie significa un calo di $ 2,85 miliardi. Dietro la forte tendenza potrebbero esserci due fattori principali: un calo dei venditori e una minore fiducia verso gli scambi.

Riserve di bitcoin sugli scambi

Riserve di bitcoin sugli scambi. Fonte: Glassnode

Il numero di venditori di Bitcoin sta diminuendo durante una fase di accumulo?

Gli analisti attribuiscono principalmente il calo sostenuto delle riserve di scambio di Bitcoin a una carenza complessiva di venditori sul mercato.

Come i venditori al dettaglio si astengono vendere BTC a prezzi correnti, le istituzioni stanno anche acquisendo più BTC. Il calo simultaneo della pressione di vendita e un aumento della domanda degli acquirenti è una tendenza ottimistica per Bitcoin.

Un trader pseudonimo noto come “Oddgems” ha affermato che i dati mostrano che è probabile che Bitcoin si stia spostando dagli scambi ai portafogli non custoditi. In tal caso, indica che gli investitori stanno spostando i propri fondi per mantenerli per un periodo più lungo. Lui disse:

“Sempre più #Bitcoin escono dagli scambi e molto probabilmente vengono trasferiti a portafogli non custoditi. Ciò suggerisce una liquidità leggermente inferiore e una minore pressione di vendita in futuro. “

Michael van de Poppe, un trader a tempo pieno alla Borsa di Amsterdam, ha fatto eco alla posizione.

Ha sottolineato che i deflussi di BTC dagli scambi stanno crescendo mentre le riserve di liquidità dalle istituzioni stanno fluendo in Bitcoin. Lui notato:

“Ad essere onesti, sempre più $ BTC passano dagli scambi allo stoccaggio del portafoglio freddo. Grandi società quotate che allocano riserve di liquidità a $ BTC. È incredibilmente rialzista. “

La confluenza di flussi di vendita al dettaglio stagnanti da Bitcoin e la domanda costante da parte delle istituzioni rafforzano il sentimento generale intorno a BTC.

Dan Tapiero, il co-fondatore di 10T Holdings, allo stesso modo detto che la “carenza di Bitcoin” è possibile a causa del crescente interesse istituzionale.

Altre metriche di offerta indicano una maggiore attività HODLer

Secondo Glassnode, gran parte della fornitura di Bitcoin è immagazzinata in “indirizzi di accumulo”. Questi indirizzi rappresentano gli utenti che non hanno mai spostato BTC dai loro portafogli, che probabilmente conservano BTC a lungo termine.

Quando l’attività “HODLing” è alta, che si riferisce al trattenere BTC per periodi prolungati, indica tipicamente l’inizio di una fase di accumulo. Glassnode disse:

“L’accumulo di Bitcoin è in costante aumento da mesi. 2.6M $ BTC (14% dell’offerta) sono attualmente detenuti in indirizzi di accumulazione. Gli indirizzi di accumulo sono definiti come indirizzi che hanno almeno 2 tx in entrata e non hanno mai speso BTC. “

Le metriche fondamentali positive sulla catena completano la struttura tecnica favorevole di Bitcoin. Nonostante vari eventi che avrebbero potuto esercitare pressioni di vendita su BTC, incluso il BitMEX sonda e sospensione del prelievo OKEx, BTC rimane sopra $ 11.400.

La controversia su BitMEX e OKEx ha anche portato le riserve di cambio a diminuire drasticamente, forse spaventando i trader. Sebbene BitMEX rapidamente prelievi elaborati e i portafogli OKEx non mostrano deflussi, l’incertezza normativa è stata sufficiente a far scivolare le riserve di cambio.

La fornitura di BitMEX BTC

La fornitura di BitMEX BTC. Fonte: CoinMetrics

All’inizio di ottobre, gli analisti tecnici hanno individuato il range da $ 11.100 a $ 11.300 come un range critico di resistenza a breve termine. BTC è stato relativamente stabile al di sopra di detto intervallo, che tecnicamente è un segno positivo per un rinnovato slancio.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here