Solidity, uno dei principali linguaggi di programmazione per la scrittura di contratti intelligenti, diventerà presto compatibile con la blockchain di Cardano.

Secondo un annuncio di giovedì sul sito Web degli sviluppatori di Cardano, gli sviluppatori di Cardano lo sono ora apertura Cardano alla comunità Solidity ed Ethereum attraverso una piattaforma interoperabile che utilizza il codice Ethereum nativo.

Come parte dello sforzo, gli sviluppatori Cardano stanno pianificando di riavviare e accelerare la loro macchina virtuale K Ethereum, o KEVM, programma di rete per sviluppatori. Il devnet prevede un EVM in esecuzione all’interno del cosiddetto “framework K”, un sistema per specificare e creare linguaggi e macchine virtuali.

K intende consentire agli sviluppatori di definire o implementare la semantica formale di un linguaggio di programmazione in modo intuitivo e modulare. “K genera anche un eseguibile,” corretto per costruzione VM “dalle sue specifiche formali, che è abbastanza veloce e potente per eseguire programmi reali e contratti intelligenti”, osserva l’annuncio. Il sistema è progettato per aiutare a creare codice sicuro e affidabile sin dall’inizio.

Una volta implementato, il framework K mira a collegare la blockchain di Cardano con Solidity, consentendo agli sviluppatori di lavorare su entrambi gli ecosistemi.

Secondo un post sul blog di mercoledì della startup tecnologica IOHK fondata da Charles Hoskinson, il devnet KEVM è progettato per abilitare la piena compatibilità con Ethereum. “Poiché Solidity è un linguaggio di alto livello simile a JavaScript e C ++, non può essere eseguito direttamente dall’EVM. I programmi Solidity devono essere compilati prima in linguaggio assembly (bytecode EVM), in modo che possano essere eseguiti su KEVM “, ha scritto il direttore marketing di IOHK, Tim Harrison.

Oltre a KEVM, gli sviluppatori Cardano prevedono anche di distribuire altri devnet come Glow e IELE. Sviluppato da MuKn, un partner all’interno dell’ecosistema Cardano, Glow sarà il prossimo devnet da implementare, secondo Harrison. “La maggior parte del lavoro di sviluppo principale è ora terminato, pronto per il controllo qualità finale e l’implementazione nel gennaio 2021”, ha affermato.

La macchina virtuale IELE è stata sviluppata dal partner della comunità Cardano Runtime Verification e intende fornire un sistema più sicuro rispetto all’EVM.

L’ecosistema Cardano ha attivamente integrato la sua tecnologia di smart contract per portare nuove importanti funzionalità. Di giovedì IOHK ha collaborato con Wolfram Blockchain Labs per integrare i dati della blockchain Cardano in Wolfram Alpha, un motore di risposta che fornisce tecnologia per i principali servizi come l’assistente Siri di Apple.