In una causa intentata oggi presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti del New Jersey, Binance ha affermato che un articolo pubblicato da Forbes era diffamatorio e ha causato “milioni di dollari” di danni.

Mentre ci sono già domande che si stanno formando intorno ai meriti della causa, una cosa non è più in dubbio: Binance sta diventando serio.

Binance ha mantenuto i servizi di Charles Harder, l’avvocato meglio conosciuto per aver rappresentato Hulk Hogan (Terry Gene Bollea) in una causa contro Gawker Media. Ha ottenuto un premio di $ 115 milioni in danni compensativi e altri $ 25 milioni in danni punitivi per il suo cliente nel 2016 dopo che l’imputato ha pubblicato parti di un sex tape sul loro sito web.

L’accusa di Harder ha portato direttamente alla caduta di Gawker Media poco dopo. Peter Thiel, il miliardario fondatore di Palantir e co-fondatore di PayPal, ha contribuito a finanziare le cause legali dopo che Gawker ha pubblicato un titolo che menzionava l’orientamento sessuale di Thiel.

Harder ha anche fatto notizia più di recente quando ha rappresentato Donald J. Trump in un altro caso di accusa sessuale, presentato contro il presidente degli Stati Uniti da Stormy Daniels (vero nome Stephanie Clifford). In questo caso, Harder era dalla parte vincente di un movimento anti-SLAPP. Una causa “Querela strategica contro la partecipazione pubblica” è definita come una causa fastidiosa progettata per dissuadere i critici dalla pubblicazione di materiali gravandoli di costi legali sostanziali, ed è diventata una tattica preferita di società e figure in tasca, compresi i politici.

Harder è apparso anche per altri membri della famiglia Trump, tra cui Melania Trump. In un’azione intentata contro il quotidiano britannico Daily Mail, Harder è stata in grado di raccogliere 2,9 milioni di dollari e scuse dopo che il tabloid ha insinuato che Trump aveva “fornito servizi oltre la semplice modellazione” all’inizio della sua vita. Ha anche rappresentato Jared Kushner, genero del presidente, in una causa contro Vanity Fair.

Tuttavia, Harder non ha sempre successo. Non ha intentato una causa minacciata contro il New York Times per conto di Harvey Weinstein, e in seguito ha ritirato la sua rappresentanza.

Più difficile sta apparendo pro hac vice (una sola volta) nel caso e quindi non è previsto che rappresenti Binance in altri procedimenti legali.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here