Uniswap ha recentemente superato Coinbase Pro in volume di scambi, superando uno degli scambi centralizzati più popolari nello spazio dopo aver raggiunto circa mezzo miliardo di dollari di volume giornaliero.

Sebbene Coinbase Pro non sia affatto l’exchange più grande in circolazione, sembra che il settore decentralizzato stia raggiungendo le tradizionali piattaforme di crypto trading.

Uniswap è uno scambio decentralizzato e un protocollo di liquidità automatizzato in cui gli utenti possono acquistare e vendere token ERC-20 e fornire liquidità per guadagnare commissioni di cambio. Ciò significa che maggiore è il volume scambiato sulla piattaforma, più ricompense ricevono i fornitori di liquidità. Il volume in crescita e, di conseguenza, i premi crescenti spiegano perché il valore totale bloccato di Uniswap sta aumentando così tanto, attualmente vicino a 1,45 miliardi di dollari, rendendolo il più grande protocollo di finanza decentralizzata in circolazione, secondo DeFi Pulse dati.

Sebbene gli scambi decentralizzati esistano da un po ‘, gli scambi centralizzati tradizionali sono sempre stati più popolari per una serie di motivi, il più grande dei quali è la comodità. Tuttavia, con il progredire della tecnologia, i DEX stanno diventando sempre più sofisticati e facili da usare. Ecco uno sguardo più da vicino agli scambi decentralizzati e a ciò che hanno da offrire alla comunità crittografica e oltre.

Tipi di DEX e implementazioni popolari

Esistono diversi tipi di scambi decentralizzati, con diverse implementazioni basate su reti diverse. Esempi popolari includono il già citato Uniswap, che è un DEX basato su Ethereum, così come Curve, dYdX, EtherDelta, Waves e molti altri.

Uniswap è un market maker automatizzato, il che significa che le negoziazioni vengono organizzate automaticamente tramite contratti intelligenti che raccolgono fondi dai suddetti pool di liquidità. Ciò significa che c’è sempre liquidità per le negoziazioni, ma che lo scambio stesso è piuttosto limitato. Mentre Uniswap (e il suo fork, SushiSwap) consentono agli utenti di scambiare tutti i tipi di token ERC-20, Curve si concentra sulle stablecoin, offrendo ai trader uno slippage estremamente basso, cosa che non sempre accade con tutte le stablecoin che possono avere una bassa liquidità.

Mentre protocolli come Uniswap e Curve sono diventati popolari, 0x ed EtherDelta erano in precedenza gli scambi decentralizzati più popolari su Ethereum, sebbene assomiglino più a uno scambio tipico, con registri degli ordini tradizionali ma alimentati completamente tramite contratti intelligenti sulla blockchain di Ethereum.

Perché gli scambi decentralizzati stanno diventando popolari?

In generale, gli scambi decentralizzati stanno diventando popolari per lo stesso motivo per cui alle persone piace Bitcoin (BTC): Non si affidano a terze parti, quindi gli utenti controllano i propri fondi in ogni momento semplicemente collegando il proprio portafoglio e firmando la transazione. A condizione che lo smart contract sia sicuro, non c’è praticamente modo che qualcuno si appropria indebitamente di fondi.

In quanto tali, gli scambi decentralizzati sono, in teoria, impermeabili agli hack, sebbene I pool di liquidità DeFi sono stati precedentemente sottratti. Dato che non è coinvolta alcuna parte centralizzata, non è nemmeno necessario fornire informazioni o documenti aggiuntivi o passare attraverso alcuno Conosci il tuo cliente procedure di verifica.

Vale anche la pena notare che i DEX non consentono agli utenti di incassare in valute legali, solo stablecoin. Inoltre, dato che questi protocolli sono decentralizzati, ci sono stati alcuni problemi con le persone che hanno aggiunto token falsi agli scambi. In particolare, Uniswap non ha regole di quotazione. Tuttavia, i DEX hanno guadagnato un’enorme popolarità. Su Yavin, fondatore di Cointelligence e autore di The Cointelligence Guide to Decentralized Finance, ha dichiarato a Cointelegraph:

“Siamo nel bel mezzo di un’altra crisi finanziaria nel 2020 a causa della pandemia e della quarantena del virus Coronav, che spinge più persone ad essere interessate a strumenti finanziari e risorse alternative. Sono sicuro che continuerà e potrebbero volerci alcuni anni per crescere e progredire “.

Gli scambi decentralizzati hanno alcuni problemi

Ci sono sia vantaggi che svantaggi nell’utilizzo di scambi decentralizzati, ma le carenze apparentemente superano i benefici. Inoltre, gli scambi centralizzati erano, a un certo punto, l’unica opzione possibile, quindi hanno avuto un vantaggio iniziale.

La mancanza di liquidità è il problema ovvio che ancora persiste e, sebbene la crescita dei fornitori di liquidità abbia chiaramente cambiato la situazione, c’è ancora molta strada da fare. Ilya Abugov, responsabile OpenData di DappRadar, una piattaforma di analisi DeFi, ha dichiarato a Cointelegraph:

“Gli scambi devono ancora essere in grado di ottenere e sostenere livelli di liquidità significativi. Data la recente tendenza ai meme-DeFi, devono diventare e rimanere rilevanti. Allo stesso tempo, con la velocità e il marketing in primo piano, la tecnologia non deve diventare una responsabilità. “

Ci sono anche altri inconvenienti, comprese le commissioni di transazione elevate che potrebbero saltare in modo imprevisto in conformità con la congestione della rete. Dato lo stato attuale di Ethereum, questo potrebbe essere il problema più grande in questo momento.

L’interfaccia utente è sempre stata considerata un problema anche in DeFi. Anche se questa potrebbe non essere la preoccupazione più grande per alcuni, la facilità d’uso e la presentazione visivamente piacevole sono importanti quando si tratta di adozione tradizionale. Data la natura di queste piattaforme, l’interfaccia utente a volte può essere più difficile da definire, ma sicuramente si è evoluta.

Gli scambi decentralizzati non offrono l’ampia gamma di servizi e funzioni offerti da altri scambi, come alcuni tipi di derivati ​​o negoziazione a margine o anche avendo più servizi aggregati come quest’ultimo. Dato che sono decentralizzati, non c’è nessuno a moderare i casi di uso improprio o altri problemi.

CeFi e DeFi: interoperabilità, istituzionalizzazione e concorrenza

Finora nel 2020, la DeFi è diventata il punto di discussione del mondo delle criptovalute e diversi investitori istituzionali hanno anche iniziato a immergersi nel settore DeFi. Lanre Ige, ricercatore associato di 21Shares, ha detto a Cointelegraph che ci sono alcuni segni di interesse istituzionale in altcoin e DeFi:

“È ancora molto presto per giudicare in che misura le istituzioni saranno coinvolte nella DeFi dato che attualmente non ci sono molti prodotti che attualmente forniscono esposizione alla DeFi per l’investitore istituzionale. Tuttavia, entrambi sono BNB e Tezos ETP sono due dei nostri più popolari storicamente e attualmente, il che è un segnale di un certo interesse istituzionale per altcoin e DeFi. Pensiamo che questo aumenterà man mano che più prodotti, come gli ETP, saranno disponibili per DeFi “.

In quanto tale, l’interoperabilità, sia all’interno della stessa DeFi che con il settore finanziario tradizionale, diventa un obiettivo principale. Synthetix DEX sta già portando le risorse tradizionali in un ambiente decentralizzato e ha ottenuto un grande successo nel farlo, essendo il sesto più grande protocollo DeFi al momento della scrittura. Altri progetti come Komodo si sono concentrati sulla fornitura di servizi di scambio decentralizzati tra diversi blockchain con tecnologia atomic swap.

Relazionato: Potenziare il mercato DeFi: panoramica dei primi 5 DEX in base al volume totale degli scambi

Alcuni scambi centralizzati come Bitrue e OKEx hanno iniziato a fornire opzioni ad alto rendimento, sia attraverso strumenti finanziari centralizzati che decentralizzati, come mezzo per competere con la continua espansione della DeFi. Tuttavia, non è chiaro se l’attuale crescita sarà sostenuta o se i DEX alla fine torneranno ai loro giorni di volume inferiore. Secondo Abugov, gli scambi decentralizzati devono ancora affrontare alcune sfide a lungo termine:

“Gli scambi possono avere difficoltà con i loro modelli di incentivi. Man mano che sempre più progetti optano per i token di governance e l’estrazione di liquidità per aumentare i volumi, l’attenzione si sposta dall’esperienza più economica e più facile da usare per i trader medi e modelli fattibili a lungo termine per i fornitori di liquidità al rendimento più elevato per gli agricoltori “.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here