Akoin, il progetto di criptovaluta del musicista americano-senegalese Akon sta per essere lanciato a Mwale Medical Technology City da 2 miliardi di dollari, o MMTC, nel Kenya occidentale.

Essendo una città di nuova costruzione incentrata su un complesso medico e tecnologico all’avanguardia, MMTC sembrerebbe essere il banco di prova ideale per la valuta, prima di diventare la valuta ufficiale di Akon City, attualmente in fase di sviluppo in Senegal.

Durante la fase pilota, a partire dalla fine di questo mese, i residenti saranno in grado di pagare ed essere pagati utilizzando Akoin e convertire istantaneamente la valuta in minuti di telefono cellulare o altre forme di scambio.

Sebbene il lancio iniziale sarà solo su invito, si prevede di vedere 30.000 transazioni al mese, attraverso l’implementazione di atomic swap, servizi mercantili e una carta di debito Akoin.

Entro la metà del 2021, si prevede che un lancio più ampio a 35.000 residenti, i lavoratori dell’Hamptons Hospital da 5.000 posti letto e 2.000 commercianti aumenterà il volume del servizio a 1,5 milioni di transazioni al mese.

Il lancio di Akoin in MMTC coincide con la sua quotazione dell’11 novembre sull’exchange di criptovalute Bittrex, consentendo al token AKN di essere scambiato a livello globale.

Segna il primo passo verso le ambizioni di un maggiore utilizzo della criptovaluta in tutta l’Africa e potenzialmente nel resto del mondo. In una dichiarazione congiunta, il fondatore di Akon e MMTC Julius Mwale ha dichiarato:

“Riteniamo che la piattaforma possa fare notevoli progressi nel portare milioni di persone nell’economia formale, che è un passaggio fondamentale per la crescita economica”.

Come Cointelegraph segnalato, la Akon Foundation sta anche creando un hub blockchain, soprannominato “Kenyan Opportunity Hub” a Mwale Medical Technology City.

La costruzione della città di Akon in Senegal, dove Akoin sarà la valuta principale, inizierà il prossimo anno con un completamento previsto per il 2030.

Akoin è descritto come un token di utilità, alimentare gli scambi atomici tra criptovalute, fiat e crediti di telefonia mobile, che sono una riserva di valore popolare in molti paesi in via di sviluppo.