Etere (ETH) potrebbe aver avuto una settimana deludente dopo che il suo prezzo non è riuscito a mantenere il livello di $ 600, ma i fondamenti della rete e della criptovaluta rimangono solidi. I trader sono noti per avere una memoria breve, quindi vale la pena ricordare che il prezzo di Ether è ancora superiore del 45% rispetto al mese precedente.

Per capire se la recente correzione riflette un consolidamento temporaneo o un tetto effettivo causato dalla mancanza di adozione, è utile misurare le metriche che riflettono l’utilizzo della rete sulla rete Ethereum.

Un buon punto di partenza è analizzare le transazioni e trasferire il valore.

Prezzo ETH / USD vs. transazioni e trasferimenti. Fonte: DigitalAssetsData

Il grafico sopra mostra quanto sia stata forte la crescita delle transazioni e dei trasferimenti a fine novembre, quando il prezzo di Ether stava cercando di rompere il suo massimo di $ 600. Sebbene non vi sia stato un calo significativo dell’indicatore, segnala che l’attuale livello di prezzo di $ 550 è in linea con l’attività blockchain.

I prelievi di cambio sono aumentati

L’aumento dei prelievi dagli scambi può essere causato da molteplici motivi, tra cui picchettamento, agricoltura di rendimento e acquirenti che inviano monete alla cella frigorifera. Nel frattempo, un flusso costante di depositi netti indica che c’è disponibilità a vendere a breve termine.

Prezzo ETH / USD (arancione) vs. flusso netto di borsa. Fonte: Nansen e CoinMarketCap

Il forte deflusso netto avviato ad agosto è durato tre mesi e ha portato 4,3 milioni di Ether a essere ritirati dalle borse. Indipendentemente dal motivo alla base dei prelievi, il movimento è cessato a metà novembre e questa è stata un’indicazione della disponibilità a breve termine degli investitori a ridurre le loro posizioni quando ETH ha superato $ 420.

Il 5 dicembre, quando Ether ha iniziato a mostrare segni di debolezza, i depositi sulle borse sono diventati meno frequenti. Pertanto, nell’ultima settimana, i prelievi hanno superato i depositi di 32.000 Ether. Questa metrica corrobora la tesi della riluttanza dei trader a vendere agli attuali livelli di prezzo.

Il premio dei futures si è normalizzato dopo aver raggiunto un picco

I trader professionisti tendono a dominare i contratti futures a lungo termine con date di scadenza prestabilite. Pertanto, misurando quanto sono più costosi i futures rispetto al normale mercato spot, un trader può misurare il proprio livello di rialzo.

I futures a 3 mesi di solito dovrebbero essere scambiati con un premio dell’1,5% o superiore rispetto alle normali borse a pronti. Ogni volta che questo indicatore svanisce o diventa negativo, questa è una bandiera rossa allarmante. Una tale situazione, nota anche come backwardation, indica che il mercato sta diventando ribassista.

Mar. 2021 Premio dei futures sull’ETH. Fonte: dati sulle risorse digitali

Il grafico sopra mostra che l’indicatore ha toccato brevemente il 4,5% il 1 ° dicembre, ma successivamente si è adeguato al 2,5% quando Ether si è stabilizzato vicino al supporto di $ 550. Indipendentemente dal calo, si è mantenuta al di sopra della soglia minima dell’1,5%, indicando ottimismo da parte dei trader professionisti.

Ciò dimostra che, nonostante la recente debolezza dei prezzi, i trader professionisti rimangono fiduciosi nel potenziale rialzista di Ether.

Il volume dello spot si sta riprendendo

Oltre a monitorare i contratti futures, i trader redditizi monitorano anche il volume nel mercato spot. Rompere i livelli di resistenza su volumi bassi è in qualche modo intrigante perché in genere, volumi bassi indicano una mancanza di fiducia. Pertanto variazioni di prezzo significative dovrebbero essere accompagnate da un volume di scambi robusto.

Volume degli scambi spot aggregati ETH. Fonte: Coinalyze.net

Sebbene i volumi recenti siano stati inferiori alla media, i trader dovrebbero ricordare che Ether ha dovuto affrontare una dura battaglia mentre ha testato il livello di $ 600. Pertanto, ci si aspettava una sistemazione su un volume inferiore fino a quando non viene fissato un ciclo definitivo basso.

Inoltre, l’attuale volume giornaliero medio settimanale di $ 900 milioni imita le cifre di metà novembre. Tuttavia, i trader saranno fiduciosi solo sui recuperi dei prezzi accompagnati da volumi di scambi giornalieri che superano la soglia dei 2 miliardi di dollari.

Opzioni put / call ratio

Misurando se più attività sta attraversando opzioni call (acquisto) o opzioni put (vendita), è possibile valutare il sentiment generale del mercato. In generale, le opzioni call vengono utilizzate per strategie rialziste, mentre le opzioni put per quelle ribassiste.

Un rapporto put-to-call di 0,70 indica che l’open interest delle opzioni put è in ritardo rispetto alle call più rialziste del 30% ed è quindi rialzista.

Al contrario, un indicatore 1,20 favorisce le opzioni put del 20%, il che può essere considerato ribassista. Una cosa da notare è che la metrica aggrega l’intero mercato delle opzioni Ether, inclusi tutti i mesi di calendario.

Rapporto put-to-call delle opzioni ETH. Fonte: Cryptorank.io

Poiché il prezzo di Ether si avvicina a $ 600, gli investitori in genere cercano una protezione dal ribasso, aumentando quindi il rapporto put-to-call. Stranamente, l’indicatore ha continuato a crescere negli ultimi due giorni, avvicinandosi al suo picco di 30 giorni a 0,95.

Considerando che l’attuale prezzo di Ether è aumentato del 45% rispetto a un mese fa e che gli investitori hanno acquistato strategie di opzioni più neutre o ribassiste, lo scenario attuale visto in Ether non è poi così preoccupante.

Gli investitori non sono eccessivamente entusiasti, ma nemmeno ribassisti

Nel complesso, ciascuno dei cinque indicatori discussi sopra si è mantenuto stabile all’interno di un intervallo da neutro a rialzista, soprattutto considerando che il mercato ha recentemente testato livelli inferiori a $ 540.

Mentre il prezzo di Etherp fatica a riprendere $ 580, gli investitori potrebbero iniziare a indovinare le probabilità di una corsa al rialzo a breve termine.

Al momento, non c’è stato un indicatore che stia suonando il campanello d’allarme. Pertanto, la recente fluttuazione negativa dei prezzi non deve essere considerata un’inversione di tendenza.

Le opinioni e le opinioni qui espresse sono esclusivamente quelle di author e non riflettono necessariamente le opinioni di Cointelegraph. Ogni mossa di investimento e trading comporta dei rischi. Dovresti condurre le tue ricerche quando prendi una decisione.