Dopo aver rifiutato a $ 15.960 il 6 novembre Bitcoin (BTC) il prezzo è stato difendere il livello di supporto di $ 15.000 con forza. Sulla base di quattro punti dati on-chain, gli analisti ritengono che il rally potrebbe continuare oltre i 16.000 dollari.

Gli analisti hanno individuato minori riserve di scambio di Bitcoin, offerta invariata, un aumento delle “mani più forti” e profitti non realizzati come fattori per il proseguimento del rally.

Il numero di BTC detenuti negli scambi diminuisce

Recentemente, Delphi Digital, una società di ricerca e consulenza indipendente sulle criptovalute, ha pubblicato un rapporto sulle prospettive del mercato Bitcoin.

Paul Burlage, analista di Delphi, ha affermato che le metriche on-chain generalmente mostrano un forte slancio per Bitcoin.

Dall’11 febbraio, le riserve di scambio di Bitcoin sono scese da 2,96 milioni a 2,41 milioni. In termini di dollari, un calo di 550.000 BTC equivale a 6,36 miliardi di dollari.

Il calo delle riserve di scambio di Bitcoin è un evento ottimistico perché significa che meno venditori stanno depositando BTC negli scambi. Burlage disse:

“L’11 febbraio 2020, $ BTC sugli scambi ha raggiunto il suo massimo storico di ~ 2,96 milioni. Al momento della scrittura, $ BTC sugli scambi si trova a ~ 2,41 M. Questa tendenza attuale ha visto una divergenza tra le azioni e il prezzo di BTC, il che suggerisce un movimento più sostenibile verso l’alto per $ BTC. “

Riserve di scambio di bitcoin. Fonte: Delphi Digital

Picchi di fornitura BTC non spostati

Sebbene un minor numero di venditori abbia spostato i propri fondi in borsa, l’offerta immutata di BTC rimane elevata.

Il 9 settembre, Burlage ha spiegato che la percentuale di offerta invariata per BTC ha raggiunto il massimo storico al 63,5%. Da allora, è sceso leggermente al 62%, ma considerando che il prezzo è aumentato notevolmente, è una metrica positiva. Lui ha spiegato:

“Nell’ultimo anno nell’ultima settimana abbiamo assistito a un leggero calo della percentuale di offerta non movimentata. Dopo aver raggiunto il massimo storico di circa il 63,5% di offerta non movimentata il 9 settembre, attualmente ci troviamo a circa il 62,0% “.

Ciò mostra che gli investitori stanno aumentando il BTC “HODLing” nonostante il recente rally, senza ancora ottenere grandi profitti.

Nessun segno chiaro di una cima ancora

Il numero di “mani deboli” o acquirenti speculativi è diminuito notevolmente nelle ultime settimane, mentre le mani più forti si sono rafforzate.

Il flusso di acquirenti a breve termine e l’ingresso di “HODLers” a lungo termine indicano che Bitcoin potrebbe vedere un rally prolungato.

Questa tendenza coincide con la resilienza di Bitcoin sopra i $ 15.000 e mostra che il livello di resistenza un tempo pesante è vicino a evolversi in un’area di supporto. Burlage ha notato:

“Sebbene i massimi locali per le ‘mani deboli’ tendano al ribasso, non possiamo confermare che il recente aumento della base speculativa abbia formato un massimo. Detto questo, la tendenza più ampia suggerisce che mani più forti stanno popolando fasce di età a breve termine piuttosto che speculatori “.

I profitti Bitcoin non realizzati segnalano che il rally potrebbe continuare

Nel luglio 2019, il prezzo di Bitcoin ha raggiunto il picco di circa $ 14.000. All’epoca, il direttore tecnico di Glassnode Rafael Schultze-Kraft disse Il profitto relativo non realizzato di Bitcoin ha raggiunto 0,64.

Profitto relativo non realizzato Bitcoin. Fonte: Glassnode

Attualmente, nonostante il prezzo di Bitcoin sia superiore a $ 15.000, il profitto relativo non realizzato è a 0,53. Ciò mostra che BTC ha il potenziale per vedere un rally più ampio prima di un forte pullback.