Dopo aver sovraperformato Bitcoin (BTC) e Ether (ETH) fortemente in agosto, i token di finanza decentralizzata (DeFi) stanno ora precipitando come molte perdite registrate fino al 50%.

Istantanea delle prestazioni del mercato giornaliero delle criptovalute

Istantanea delle prestazioni del mercato giornaliero delle criptovalute. Fonte: Coin360

Al momento, le due monete che attirano maggiormente l’attenzione sono Yearn.finance (YFI) e Uniswap (UNI) poiché entrambi sono diminuiti del 46% e del 48% da quando hanno raggiunto un picco mensile.

Grafico a 4 ore YFI / USDT

Grafico a 4 ore YFI / USDT. Fonte: TradingView.com

Tre catalizzatori sembrano essere alla base della correzione: il pullback di Ether, le prese di profitto dal precedente rally di BTC e una forte vendita tra i token DeFi.

La maggior parte dei token DeFi è stata corretta dal 15% al ​​25%

La stragrande maggioranza dei token DeFi è scesa dal 15% al ​​25% nel corso della giornata. Anche le criptovalute che non sono direttamente considerate token DeFi, come Chainlink (LINK), ha registrato un calo del prezzo del 15%.

Mentre il pullback dei token DeFi coincide con il calo del prezzo di Ether, molti analisti si aspettavano una correzione del take profit.

Ad esempio, Yearn.finance si è evoluto fino a diventare un attore dominante nel mercato DeFi in meno di tre mesi. Nel processo, il prezzo di YFI è cresciuto del 1.200% su Binance raggiungendo un picco a $ 43.966.

Il token di governance nativo di Uniswap UNI ha visto un’impennata altrettanto esplosiva in un periodo significativamente più breve.

Come Cointelegraph segnalato, Uniswap ha distribuito 400 token UNI a ogni utente che utilizzava l’exchange decentralizzato Uniswap prima del 1 settembre. Al suo picco di circa $ 8,80, i 400 token UNI valevano $ 3.520.

UNI ha visto un enorme aumento dei prezzi in un breve periodo a causa di molteplici quotazioni in borsa. Entro le prime cinque ore dal lancio, Coinbase Pro, Binance e FTX hanno elencato UNI. Di conseguenza, il prezzo del token è salito da $ 0,30 a $ 8,80 in meno di cinque giorni.

Grafico a 4 ore UNI / USDT

Grafico a 4 ore UNI / USDT. Fonte: TradingView.com

A causa degli enormi guadagni dei token DeFi nelle loro coppie USDT e BTC, una correzione delle prese di profitto era ampiamente prevista, ma l’intensità di questa correzione ha sorpreso molti trader.

Ether fatica a sostenere lo slancio

Storicamente, Ether ha guidato i rally tra le altcoin, inclusi i token DeFi. In alcuni cicli rialzisti, Ether ha anche affrontato il prezzo BTC. Ad esempio, da marzo ad agosto, quando il prezzo di Bitcoin si è ripreso dal famigerato crollo del giovedì nero, il prezzo di Ether ha fortemente sovraperformato BTC.

Tuttavia, dal 1 settembre, Ether ha lottato per eguagliare le prestazioni di Bitcoin. Mentre BTC è passato da $ 10.300 a $ 11.100, Ether è rimasto bloccato sotto i $ 400.

Negli ultimi 20 giorni, il prezzo di Ether è diminuito di circa il 28% e nello stesso periodo, BTC ha registrato un calo del 12% rispetto al dollaro USA.

La debolezza a breve termine di Ether è stata probabilmente causata dalla maggiore pressione di vendita sui token DeFi, da cui la correzione di quasi il 50% da parte di UNI e YFI negli ultimi giorni.

La presa di profitto di Bitcoin ha dato il via alla correzione DeFi

Il sentimento intorno al rally di BTC dal 9 al 19 settembre rimane misto. È interessante notare che BTC da solo ha visto un forte aumento, mentre Ether, altcoin e la maggior parte dei token DeFi sono rimasti stagnanti. Questo è un po ‘atipico come di solito quando Bitcoin è range bound, gli altcoin si radunano e quando Bitcoin si rialza moderatamente gli altcoin possono essere in ritardo ma tendono comunque a seguire l’azione rialzista dei prezzi di BTC.

Questa correlazione inversa a breve termine tra BTC e altcoin suggerisce che BTC ha visto un rally di take-profit mentre gli investitori hanno riciclato i profitti dai token DeFi a BTC.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here