Tre fattori probabilmente hanno innescato un rapido calo del prezzo di Bitcoin (BTC) il 25 ottobre. In primo luogo, i trader individuano l’area da $ 13.300 a $ 13.500 come un intervallo di resistenza principale. In secondo luogo, i mercati dei futures e delle opzioni si stanno neutralizzando. In terzo luogo, il trading del fine settimana sta apparentemente amplificando la volatilità.

L’intervallo $ 13.300- $ 13.500 è un’area di resistenza chiave per Bitcoin a breve termine

Prima che si verificasse l’improvviso calo dei prezzi, BTC è salito da $ 13.127 a $ 13.350. La criptovaluta dominante si è rapidamente ripresa un’area di interesse per i venditori poiché sempre più minatori hanno spostato BTC negli scambi.

Durante la scorsa settimana, dati da ByteTree mostra che i minatori di Bitcoin stanno vendendo più di quanto mi abbiano.

BTC probabilmente ha visto una forte correzione mentre è salito a un intervallo di resistenza chiave, che i venditori hanno difeso in modo aggressivo.

Alcuni analisti tecnici hanno previsto che il prezzo del Bitcoin salirà a circa $ 13.500 prima di vedere un pullback. Prima che si verificasse l’azione dei prezzi volatile, il trader di criptovaluta Cantering Clark disse:

L’indebitamento al rialzo / l’esposizione lunga con leva sarà più prevalente man mano che si sale, ma in questo momento i futures sono costantemente estesi dal spot e l’attrito è ovvio. Magari fai un altro pop-up 13,5-13,8 prima di un pullback di buone dimensioni. “

Grafico dei prezzi di 2 ore di Bitcoin con livelli di supporto chiave. Fonte: TradingView, Michael van de Poppe

I mercati dei futures e delle opzioni si stanno neutralizzando

Dopo il rally di una settimana, il mercato dei futures ha iniziato a mostrare segni di surriscaldamento. Sebbene il tasso di finanziamento di BTC sia rimasto a un livello medio dello 0,01%, le criptovalute alternative hanno mostrato tassi di finanziamento elevati.

Il mercato generale dei futures sulle criptovalute necessitava di un pullback per ripristinare o raffreddare i tassi di finanziamento delle principali criptovalute. L’indice Bitcoin Fear and Greed mostra anche “estrema avidità” nel mercato, il che rende un sano pullback un trend positivo per BTC.

Indice di paura e avidità di Bitcoin. Fonte: Alternative.me

Il trading nel fine settimana in genere stimola la volatilità

Nel frattempo, anche il mercato delle opzioni deve affrontare una scadenza del valore di $ 750 milioni in circa sei giorni che potrebbe innescare la volatilità.

Durante il fine settimana, in particolare di domenica, la volatilità del Bitcoin e del mercato delle criptovalute tende ad aumentare.

Ci sono molti potenziali fattori che potrebbero causare movimenti di prezzo volatili. Due fattori principali sono l’abbassamento del volume durante il fine settimana e l’anticipazione della chiusura settimanale della candela domenicale.

Se il prezzo di Bitcoin rimane superiore a $ 12.000 nelle prossime 15 ore, segnerà la chiusura della prima candela settimanale sopra $ 12.000 da gennaio 2018.

Grafico dei prezzi settimanali di Bitcoin. Fonte: TradingView.com

Pertanto, mentre BTC continua a vedere un’elevata volatilità, lo è l’ottimismo che circonda i suoi grafici di registro a intervalli di tempo elevati sostenere il sentimento generale del mercato.

Un famoso analista tecnico noto come “Squeeze” ha sottolineato che la visione macro di Bitcoin rimane ottimista, in particolare per quanto riguarda i saldi BTC di scambio continuare a cadere ridurre l’offerta disponibile. Lui disse:

“La visione macro di Bitcoin rimane rialzista poiché i saldi di Exchange $ BTC continuano a diminuire bruscamente da marzo (le balene non stanno ancora vendendo. Anche a $ 13.000.) Ci sono anche circa 136k BTC attualmente bloccati in WBTC / RenBTC”.





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here