Per i trader inesperti, FOMO può essere un pesante fardello da sopportare. Resistendo all’impulso di acquistare Bitcoin (BTC) dopo un rally di quasi il 15%, che ha visto il prezzo rompere i livelli di $ 12K e $ 13K in meno di 24 ore, è quasi impossibile.

I trader professionisti sono più esperti e sanno esattamente come giocare a queste situazioni che inducono FOMO. Come hanno dimostrato i dati, lo erano principalmente aggiunta di cortometraggi fino al 20 ottobre, subito prima della rottura di $ 12K.

Liquidazioni aggregate di futures su BTC. Fonte: Coinalyze.net

La maggior parte degli investitori non riesce a capire che essere un trader professionista non significa che tutte le tendenze emergenti siano giocate in modo redditizio. Invece, sopravvivere quando le cose vanno male è il vero segno del successo.

Mentre BTC saliva alle stelle a $ 13.217, si è verificato un totale di $ 350 milioni di liquidazioni e il tasso di finanziamento dei contratti future mostra che non c’era una leva finanziaria eccessiva.

I contratti perpetui, noti anche come swap inversi, hanno un tasso di incorporamento solitamente addebitato ogni otto ore. Quando gli short sono quelli che richiedono più leva, il tasso di finanziamento diventa negativo. Pertanto, quei cortometraggi saranno quelli che pagano le tasse.

Tasso di finanziamento dei contratti perpetui BTC. Fonte: Dati sulle risorse digitali

Il grafico sopra mostra che una situazione del genere non si è verificata nelle ultime settimane, almeno non in modo significativo. Pertanto, nonostante la vendita prima dell’impennata dei prezzi, i migliori trader non sono stati spinti fuori dalle posizioni corte con leva.

I dati mostrano che i trader professionisti hanno coperto i loro pantaloncini il 21 ottobre e rimangono lontani dal piazzare scommesse rialziste. Questa azione è supportata sia dal rapporto long-to-short degli scambi di criptovalute dei migliori trader sia dal premio dei contratti futures.

I trader professionisti hanno coperto i pantaloncini ma non sono disposti a farlo

Secondo il rapporto long-to-short di Huobi, non ci sono stati segni di acquisti aggressivi. I dati indicano che i migliori trader non sono sicuri che l’attuale rally sia sostenibile nonostante alcune attività di copertura dello short.

Huobi Top Trader Lungo / Corto. Fonte: Huobi

Il rapporto long-to-short era stato relativamente neutro fino al 21 ottobre. Improvvisamente, i migliori trader hanno deciso di short quando BTC ha infranto la resistenza di $ 12,5K. Questa mattina, poiché BTC si rifiutava di perdere terreno, quei trader hanno iniziato a coprire i loro pantaloncini.

Tuttavia, al momento, non ci sono segni di scommesse rialziste poiché gli ultimi dati di Huobi a favore dei lunghi del 10% si sono verificati più di due settimane fa.

Rapporto OKEx lungo / corto. Fonte: OKEx

Per quanto riguarda i top trader OKEx, è emerso un modello simile, sebbene il movimento di shorting sia avvenuto prima di $ 12K. Questo indicatore rimane a favore dello short, trend emerso a metà settembre e da allora mantenuto.

Per confermare se c’è stato un cambiamento nel sentiment, si dovrebbe monitorare il premio dei contratti futures. Questi contratti di solito vengono scambiati con un leggero premio su mercati sani in qualsiasi classe di attività.

I mercati rialzisti faranno sì che i venditori di contratti futures chiedano un prezzo più alto per posticipare il regolamento invece di effettuare la vendita sui normali mercati spot. Se l’attuale livello di $ 13K è riuscito a ripristinare lo slancio rialzista, ciò dovrebbe riflettersi in questo indicatore.

Premio dei contratti futures di gennaio. Fonte: Dati sulle risorse digitali

Come mostrano Cointelegraph e Digital Assets Data, l’attuale premio dell’1,8% corrisponde allo stesso livello visto tre settimane fa quando BTC si aggirava intorno a $ 11,5K. Questi dati sono un’ulteriore prova che i migliori trader non sono fiduciosi nell’acquisto di BTC nonostante l’aumento del prezzo del 13% da allora.