C’è una crescente speculazione che 150.000 Bitcoin (BTC) dal Monte. Il fiduciario di Gox potrebbe trasferirsi il 15 ottobre. Ma molti fattori suggeriscono che è altamente improbabile visti i record passati.

Tra il 2011 e il 2013, il Monte. Gox ha perso 850.000 BTC nel più grande attacco di hacking nella storia di Bitcoin. Il fiduciario secondo quanto riferito, ha 150.000 BTC per rimborsare gli utenti che hanno perso i propri fondi a causa della violazione.

Tuttavia, ci sono molti ostacoli da superare prima che i rimborsi possano essere emessi. La procedura di rimborso è stata continuamente ritardata dal 2019 e probabilmente i rimborsi non verranno effettuati a breve.

La dichiarazione del trustee di Mt.Gox

La dichiarazione del trustee di Mt.Gox. Fonte: Mtgox.com

Perché ci sono improvvise speculazioni sui 150.000 Mt. Gox BTC in movimento?

Il 30 giugno, il Monte. Il fiduciario di Gox ha rilasciato una dichiarazione sul sito web ufficiale Mtgox.com. Il fiduciario, incaricato di ridistribuire i fondi agli ex utenti, ha detto che il tribunale distrettuale di Tokyo ha concesso una proroga del termine al 15 ottobre. Il documento diceva:

“Alla luce di quanto sopra, il Fiduciario per la riabilitazione ha presentato una mozione per chiedere una proroga del termine per la presentazione del piano di riabilitazione presso il tribunale distrettuale di Tokyo e, il 30 giugno 2020, il tribunale distrettuale di Tokyo ha emesso un’ordinanza per estendere la presentazione scadenza per il piano di riabilitazione al 15 ottobre 2020 “.

Sulla base di questo documento, alcuni investitori hanno suggerito che potrebbe causare lo spostamento di 150.000 BTC, potenzialmente scuotendo il mercato.

Ma ci sono due ragioni principali per cui il trustee non sposterebbe il Bitcoin a breve termine.

Innanzitutto, l’estensione riguarda la presentazione del piano di riabilitazione, non il rimborso del BTC. In poche parole, la scadenza del 15 ottobre è per il trustee di presentare un piano, non per rimborsare gli investitori.

In secondo luogo, il fiduciario ha richiesto continuamente proroghe durante lo scorso anno. Una dichiarazione identica è stata rilasciata nel marzo 2020 e nell’aprile 2019 e sono state concesse proroghe.

Il 15 ottobre non è il termine effettivo per i rimborsi degli utenti e il trustee ha ritardato il processo diverse volte in passato. Sulla base di questi due fattori, è lecito presumere che i 150.000 BTC del Monte. Il fiduciario di Gox non colpirà i mercati a breve termine.

Bitcoin rimane resiliente nonostante gli eventi negativi

Nell’ultima settimana, Bitcoin ha dovuto affrontare numerosi eventi negativi che hanno aumentato una significativa pressione di vendita su BTC.

Il 1 ottobre, il L’accusa della CFTC degli Stati Uniti contro BitMEX immediatamente ha causato un ritiro di Bitcoin di oltre il 5% mentre 24 ore dopo, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha contratto COVID-19, causando la correzione della maggior parte delle classi di asset, incluso BTC.

Nonostante gli eventi pessimistici consecutivi, Bitcoin ha mostrato una sorprendente capacità di recupero per tutto ottobre. BTC rimane ancora al di sopra di $ 10.500, un livello di prezzo che ha agito come un’area di supporto critica da agosto.

Nel medio-lungo termine, l’analista della catena Willy Woo ha affermato che le prospettive del mercato Bitcoin rimangono positive. Egli ha detto:





Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here